EDILI – Comunicazione CNCE: conferimento del TFR al Fondo Prevedi

La CNCE con comunicazione del 21/1/2021, fornisce informazioni e chiarimenti sulle misure di conferimento del TFR al Fondo Prevedi

Le Parti Sociali nazionali firmatarie dei CCNL Edili Industria e Edili Artigianato, con accordo del 23/6/2020, avevano determinato le percentuali alternative (0% – 18% – 100%) di destinazione del TFR maturando al Fondo Pensione Prevedi per tutti i lavoratori soggetti ai CCNL sopra indicati, a prescindere dalla data di prima occupazione e di prima iscrizione degli stessi alla previdenza obbligatoria.
La CNCE, a seguito del conseguente iter approvativo da parte della Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione, con il comunicato 21/1/2021, segnala che le misure di conferimento del TFR al Fondo Prevedi non sono più condizionate alla decorrenza della prima occupazione (ante o post 28/4/1993).
Ogni lavoratore edile può quindi liberamente scegliere, ai fini del conferimento del TFR maturando a Prevedi, tra le seguenti misure: 0% (Tfr in azienda); 18%; 100%.
Pertanto, al fine di riassumere le opzioni contributive a Prevedi dei lavoratori edili, fermo restando il versamento del contributo contrattuale obbligatorio a carico del datore di lavoro previsto dai CCNL sopra richiamati, la CNCE riporta la seguente tabella che tiene conto delle ultime novità sopra descritte:

Opzioni contributive aggiuntive al Contributo contrattuale

Opzione A del modulo di integrazione contributiva (contributo % sulla retribuzione)
Contributo del lavoratore = 1% retribuzione lorda mensile (+ eventuale percentuale aggiuntiva) +
Contributo dell’azienda = 1% retribuzione lorda mensile

Oppure

Opzione B del modulo di integrazione contributiva (TFR maturando)
Contributo TFR = 18% o 100% del TFR maturando (a scelta del lavoratore)

Oppure

Entrambe le opzioni A e B del modulo di integrazione contributiva (contributo % sulla retribuzione + TFR maturando)
Contributo del lavoratore = 1% retribuzione lorda mensile (+ eventuale percentuale aggiuntiva) +
Contributo del dell’azienda = 1% retribuzione lorda mensile +
Contributo TFR = 18% o 100% del TFR maturando (a scelta del lavoratore)